Vi siete mai trovati a dovere disegnare un’ellisse di piccole e grandi dimensioni?
Per decorare un mobile, per realizzare un’aiuola, per dipingere una parete con un’ellisse il sistema c’è e si raggiunge un risultato precisissimo.

Vi serve poco, qualche chiodo, dello spago o della corda, un martello e una matita e il gioco è fatto.

L’ellisse del giardiniere

L’ellisse è il luogo dei punti del piano per i quali rimane costante la somma delle distanze da due punti, detti fuochi.

i punti A e B sono fissi, e si chiamano fuochi; le due distanze PA e PBvariano al variare di P sulla curva, ma la somma PA + PB rimane sempre costante.

Quindi è possibile costruire un’ellisse in questo modo: si prende una corda non elastica, di lunghezza pari a PA + PB e se ne fissano le estremità nei punti A e B (per esempio legando la corda a due pioli piantati nel terreno). Utilizzando uno strumento in grado di lasciare una traccia si può ora disegnare l’ellisse: basta tenere la corda sempre tesa e fare scorrere lo strumento..

Alcuni esempi pratici di Ellisse applicati nel tempo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *